Riscaldamento: qual è la giusta temperatura dell’acqua

Riscaldamento: qual è la giusta temperatura dell’acqua

 

La regolazione della temperatura dell'acqua è molto importante sia per il buon funzionamento del tuo impianto che per il controllo dei consumi e, di conseguenza, anche per diminuire l’impatto del riscaldamento sull’ambiente garantendo comfort e benessere in casa.

 

Caldaia tradizionale

Chi ha una vecchia caldaia tradizionale (non a condensazione) è bene tenere la temperatura sotto i 60°C per evitare la formazione di condense e mantenere la caldaia nelle condizioni ottimali. Se però a questa temperatura non si ottiene un buon risultato, è consigliabile sostituire la caldaia con una di nuova generazione (approfittando dello sconto in fattura è possibile arrivare fino al 65% di rimborso sulle spese totali).

Caldaia a condensazione

Nelle caldaie di condensazione la temperatura dell'acqua viene regolata in modo automatico grazie ad una sonda esterna. Una volta rilevata la temperatura esterna l’impianto regola la temperatura dell’acqua a seconda della temperatura impostata da noi tramite termostato. Questo sistema permette di contenere il più possibile la temperatura dell’acqua, recuperando il calore che, altrimenti, andrebbe disperso nei fumi. Per la caldaia a condensazione la temperatura dell’acqua si aggira tra i 60° e i 70° per un impianto collegato a radiatori tradizionali. Salendo oltre i 70° si avrebbe un inutile aumento dei consumi. Se però si ha un impianto di riscaldamento a pavimento, la temperatura dell’acqua sarà tra i 25°C e i 50°C.

Regolazione del termostato

Partendo dal presupposto che la temperatura massima suggerita nella regolazione del termostato è tra i 20 e i 22°C, bisogna comunque considerare che le esigenze relative al riscaldamento dipendono da diversi fattori.
Una variabile importante nella regolazione della temperatura è legata a quante ore al giorno la casa ha effettivamente bisogno di essere riscaldata. Se durante il giorno è vuota, meglio programmare il termostato in modo da ridurre la temperatura nelle ore in cui non c’è nessuno, per poi alzarla di nuovo in prossimità del rientro. Lo stesso vale per le ore notturne in cui, all’esigenza di risparmio, si unisce quella della salute in quando la temperatura consigliata per dormire bene è tra i 16 e i 19°C.
Se la casa resta vuota per più di una settimana, meglio non spegnere del tutto il riscaldamento, ma regolarlo sui 14°C, così da non dover spendere una fortuna per riscaldarla al ritorno.

Termostato smart

I termostati intelligenti sono programmabili anche da remoto e sono un grande aiuto sia per la gestione quotidiana del riscaldamento che nel controllo dei consumi. L’uso di un termostato intelligente consente di risparmiare fino al 15-20% sulle bollette del riscaldamento, aumentando il comfort di casa e abbassando l’impatto sull’ambiente.

 

MYNUTE E

TUTTI I MODELLI DELLA MYNUTE E SONO COMPATIBILI CON BESMART, IL COMANDO COMFORT WI-FI DI BERETTA CHE GARANTISCE LA GESTIONE DEL COMFORT DELLA TUA CASA OVUNQUE TI TROVI.

Scopri di più