News

« indietro

Importante per garantire la sicurezza e l’efficienza dell’impianto assicurando lunga vita alla tua caldaia e benessere in casa

 

Un’accurata manutenzione della caldaia è molto importante per la sicurezza e l’efficienza del tuo impianto. Ecco perché, oltre ad effettuare i controlli obbligatori per legge, non bisogna trascurare le operazioni di pulizia, controllo e regolazione rispettando le cadenze riportate sul libretto d’uso e manutenzione.

 

Il controllo dei fumi

La manutenzione ordinaria obbligatoria prevede l’analisi dei fumi (Bollino Blu o Bollino Verde) e, a seconda della potenza e dell’alimentazione dell’impianto, deve essere fatta ogni anno, ogni due anni oppure ogni quattro anni.

Il controllo dei fumi è un test che consente di verificare la corretta regolazione del bruciatore, i valori di tiraggio della caldaia e la composizione dei fumi di combustione di cui viene fatta un’analisi affinché i valori inquinanti (CO, CO2) restino sotto la soglia stabilita.

Eseguendo questi controlli il tecnico è in grado di valutare se la caldaia soddisfa i parametri di efficienza energetica e rilascia il rapporto con i risultati da conservare insieme al libretto d’impianto.

La manutenzione periodica

Oltre ai controlli obbligatori, devono essere eseguite regolarmente anche alcune operazioni di manutenzione periodica, essenziali per preservare nel tempo le prestazioni della caldaia e dei suoi componenti.

Oltre alla pulizia generale della caldaia, la manutenzione ordinaria consiste nel controllo delle parti maggiormente soggette a deterioramento: la camera di combustione, la guarnizione di tenuta, i ventilatori e gli elettrodi.

La frequenza con cui è consigliabile effettuare la manutenzione periodica è sempre riportata sul libretto d’uso e manutenzione. La periodicità è quindi fissata dal fabbricante e deve sempre essere fatta da un tecnico specializzato.

 

 

03/12/2020